Insieme per le montagne

"Attenzione: indirizzo webcam meto cambiato !"

Avviso ai visitatori: Il sito è da me creato e mantenuto tempo permettendo per cui non è completo. Per chi rivisita il sito ogni modifica o nuovo inserimento è registrata alla pagina: Aggiornamento pagine

Accompagnatore

I paesaggi del Trentino hanno storie millenarie, fatte di equilibri tra l‘uomo e la natura.
Il Vanoi, in particolare, coniuga storie antiche con storie recenti.
La bassa densità demografica, anche dovuta allo spopolamento, unita ad una rete infrastrutturale che, nell‘ultimo secolo, ha visto pochissime e marginali nuove realizzazioni, lo portano ad essere un territorio “vergine“ dove si possono apprezzare anche le piú semplici sfumature di una natura che cerca di riprendere all‘uomo il controllo del territorio.
Il tempo si é ripreso anche parte delle vestigia della guerra avvenuta quasi un secolo fa.
Per far conoscere tutto questo accompagno gruppi a visitare il territorio cercando di far loro capire che “il cammino è la meta“.

Il mio Cammino della Memoria

Nel 2014, su proposta di Tapum dopo un allenamento, che potrei definire vita normale ... , sono partito da Bormio, con Nicola Cozzio, il 23 agosto per raggiungere Trieste lungo il tracciato della prima linea di guerra del 1915.
Nonostante una estate difficile, meteorologicamente da dimenticare, partiti dai laghi di Cancano io e Nicola, dopo 53 tappe, siamo giunti  a Trieste il 17 ottobre 2014 senza perdere un giorno per il maltempo..
Piccolo, grande, successo personale nel quale ho riversato i ricordi di una vita; specie di quelli dell'infanzia.
La cosa più bella è stata passare, verso la fine del percorso, sulla modesta elevazione di quota 144, all'ultima tappa del percorso, dove l'8 giugno del 1917 era caduto mio nonno.

Radioamatore

Dal 1973 in aria con il nominativo I3GNQ.
Dopo una attività nei contest HF (gare) negli anni 70 ho “trascurato“ questa passione per una superiore “la montagna“. Sono stato coordinatore dei sistemi radio di alcune spedizioni extraeuropee con progettazione e realizzazione di sistemi autonomi nonché responsabile (ed anche cavia) dei primi esperimenti spirometrici in quota con dati teletrasmessi.
Negli ultimi anni, oltre alla attività come realizzatore e curatore di un beacon a 28.322 mHz, ho partecipato all'attività S.O.T.A. Italia (“SUMMIT ON THE AIR“ il progetto di attivazione con radio di vette non accessibili con mezzi meccanici) con numerose attivazioni di Cime e alcune “new ones“.